Funivie Molveno

La nostra storia

La storia di Funivie Molveno

Le Funivie Molveno nascono da una lunga tradizione legata al territorio trentino e al suo sviluppo energetico e turistico. Nel dopoguerra, il Trentino, con i suoi fiumi e laghi, attirò diverse società idroelettriche per sfruttare il potenziale delle sue risorse idriche.

Dalla S.I.S.M. alle Funivie Molveno
La Società Idroelettrica Sarca Molveno (S.I.S.M.) intuì il potenziale del bacino idrico formato dal fiume Sarca, dal Lago di Molveno e dal Lago di Toblino. Nel 1947 iniziarono i lavori per utilizzare il Lago di Molveno come bacino idrico, convogliando l’acqua fino alla centrale di Santa Massenza.

La Prima Seggiovia
Nel 1952, la S.I.S.M., come segno di riconoscenza verso la comunità locale, costruì la prima seggiovia monoposto che collegava Molveno alla località Pradel, un suggestivo balcone naturale a 1.400 m. Questo evento segnò l’inizio dell’attività turistica moderna nella zona.

Espansione e Innovazione
Nel 1963 venne inaugurata una seconda seggiovia, Pradel-Croz, e successivamente furono aggiunti nuovi impianti e piste da sci. Gli anni ’60 videro una stagione invernale felice, con l’apertura di una scuola di sci e vari negozi dedicati.

La Crisi e la Rinascita
Gli anni ’80 portarono sfide a causa di diversi inverni senza neve, causando il fallimento della società impiantistica nel 1985. Per risollevare la situazione, venne costituita la società Turistica Molveno S.r.l., che nel 1992 sostituì la vecchia seggiovia Molveno-Pradel con una cabinovia.

Modernizzazione e Espansione
Dal 2006 iniziò un progetto di valorizzazione della località Pradel, culminato nel 2014 con l’inaugurazione della moderna cabinovia Molveno-Pradel da 8 posti. La cabinovia è oggi uno degli impianti più panoramici del Trentino.

Dolomiti Paganella Bike Zone
Nel 2016, con l’avvio dei lavori per la realizzazione di tre piste bike, la Molveno Zone è diventata parte integrante della Dolomiti Paganella Bike Zone, offrendo 80 km di trails MTB, 3 zone bike park e 3 pump tracks.

Futuro Sostenibile
La società ha lavorato per l’espansione dell’offerta invernale con la creazione di piste da slittino e un bacino per l’innevamento artificiale. Questo piano strategico ha permesso di estendere l’attività invernale fino a 125 giornate, rafforzando il ruolo di Molveno come destinazione turistica tutto l’anno.

Rimani sempre aggiornato!

Ricevi le ultime notizie, aggiornamenti e eventi per non perderti nulla!

Funivie Molveno Pradel Adventures Dolomiti di Brenta Altopiano

Dove ci troviamo e come raggiungerci

A soli 25 minuti in macchina dall’Autostrada A22, l’Altopiano di Pradel è facilmente raggiungibile provenendo da nord e da sud!

Da vivere in ogni stagione

Sotto il sole e sotto la neve

Restiamo in contatto!

Per qualsiasi informazione, richiesta o curiosità non esitare a contattaci o consulta le nostre FAQ:

E’ la cabinovia 8 posti che da Molveno raggiunge località Pradel (mt 1320)

E’ la seggiovia 2 posti che dall’Altopiano di Pradel (mt 1320) raggiunge località Palon di Tovre (mt 1530)

Certo. Clicca qui e scopri di più.

Sì è possibile su entrambe le tratte. L’utente deve adottare tutte le cautele e portare con sé attrezzature necessarie per non arrecare danno o disturbo ai viaggiatori.

Il parcheggio non è gratuito ma a pagamento.

In zona lido a Molveno. Sarà poi possibile raggiungere la partenza degli impianti utilizzando la navetta gratuita.

La cabinovia impiega mediamente 6 minuti a tratta mentre la seggiovia 10 minuti.

No. E’ possibile comunque utilizzare il ticket in un’altra occasione (valido solo per ticket pedoni, NO BIKEPASS).

Si trova all’arrivo della telecabina 8 posti Molveno – Pradel.